sviluppo-web-qa.it

Avvio della connessione di rete dal ripristino di Ubuntu?

Ho cercato di aggiornare Ubuntu da Hardy a Intrepid la scorsa notte e sembra averlo ucciso.

Posso avviare in "modalità di ripristino" e la shell di root, ma si blocca quando tenta di avviare l'ambiente Gnome ecc.

In questa modalità di ripristino non sembra essere sulla rete (es. Ifconfig mostra il bit lo ma non il bit eth0) E non posso eseguire il ping o ssh.

Come posso avviare la rete da questo prompt?

saluti

phil

29
interstar

Normalmente ricevi il tuo indirizzo IP dal server DHCP?

$ ifconfig eth0 up 
$ Sudo dhclient eth0

Per impostare l'indirizzo IP desiderato (ad esempio 192.168.0.1) digitare:

ifconfig eth0 192.168.0.1 netmask 255.255.255.0 up
route add default gw GATEWAY-IP eth0

Se hai problemi con gdm durante l'avvio, passa alla console reale:

Usa il Ctrl-Alt-F1 tasti di scelta rapida per passare alla prima console.

Per tornare alla modalità Desktop (gdm), utilizzare il Ctrl-Alt-F7 tasti di scelta rapida.

31
Jindrich

Per avviare la rete, /etc/init.d/networking start dovrebbe fare il trucco. Direi che se Gnome non si avvia, hai problemi di configurazione X. Se si disabilita l'avvio di gdm all'avvio, si dovrebbe essere in grado di accedere a un prompt della console normale e fare diagnosi da lì (selezionare /var/log/Xorg.0.log e così via).

6
womble

Nelle versioni più recenti di Ubuntu la risoluzione dei nomi non funziona tramite /etc/resolv.conf più. Quindi devi fare qualcosa del genere

dhclient eno1
systemctl start systemd-resolved
0
dba

Passo dopo passo con ip

  1. Ottieni il nome dell'interfaccia di rete con ip link comando. Il nome potrebbe differire con le schede madri. Dovrebbe essere diverso da lo, l'interfaccia locale virtuale.
# ip link
  1. Supponendo che l'interfaccia di rete sia chiamata eth0, il seguente comando visualizzerà l'interfaccia. Ora dovrebbe essere visibile quando si esegue il comando ip link ancora una volta.
# ip link set eth0 up
# ip link
  1. Successivamente, è necessario ottenere un indirizzo IP locale dal router. Il secondo comando è di nuovo per il controllo.
# dhclient eth0
# ip addr show dev eth0
  1. Infine, è necessario un DNS (Domain Name Server) temporaneo per tradurre gli URL in indirizzi IP. Questo può essere il router nella LAN (se precedentemente/automaticamente configurato correttamente), il DNS dell'ISP o, se ancora ti fidi, il DNS di Google a 8.8.8.8 Questo richiede la modifica di un file di configurazione del sistema che normalmente non dovrebbe essere modificato. Tuttavia, tutte le modifiche apportate scompariranno automaticamente al riavvio.
# nano /etc/resolv.conf

Aggiungi una riga contenente, ad esempio:

nameserver 192.168.178.1

Alcuni comandi più utili

Personalmente, sono finito in questa terribile situazione sostituendo una scheda video NVidia con un modello molto più vecchio. Una volta stabilita la rete, il seguente set di comandi mi ha permesso di installare correttamente il driver della scheda NVidia corretto.

# update-drivers autoinstall
# update-initramfs -k all -u
# update-grub
0
Serge Stroobandt