sviluppo-web-qa.it

FreeNAS è affidabile?

FreeNAS sembra un ottimo prodotto con un elenco completo di funzionalità, anche iSCSI. Ma quanto è affidabile? Ci sono alcune storie spaventose sui dati persi, ad esempio qui. Ecco n altro esempio.

Se hai utilizzato freeNAS per un periodo di tempo più lungo o anche in un ambiente di produzione, condividi le tue esperienze, buone o cattive. Sarebbe bello se potessi anche descrivere l'installazione, ovvero quale hardware e funzionalità (software raid, zfs, iscsi ecc.) Che stai utilizzando.

67
Console

Ho usato freenas su una macchina di scorta con 4 dischi rigidi da 1 TB (2 raid 1, quindi 2 TB utilizzabili). È stato attivo 24/7 per 6 mesi.

Lo trovo geniale!

Ho testato molti dispositivi NAS e ho ottenuto un massimo di 10 Mb/s su una porta gigabit, e questo era raro, in genere era di circa 3-4. La mia ragione principale per un dispositivo era di risparmiare energia, tuttavia 2x2 drive nas's = più di un 80 +% psu su un sistema celeron.

Su freenas, ho una macchina basata su celeron che mi costa meno di £ 70 e sulla scheda interna da 100 Mb, posso facilmente spingere 70 Mb/s su samba.

La parte più costosa è stata che ho acquistato un contenitore da 4 unità per aggiungere/rimuovere facilmente i dischi rigidi! È stato un po 'uno spreco di denaro, ma sembra bello!

Non posso lamentarmi affatto e adoro il sistema. Ho guardato openfiler, ma sembrava un po 'OTT e freenas ha fatto quello di cui avevo bisogno ...

Agli altri che l'hanno raccomandato, senza dire che Openfiler è male, ma che si adatta perfettamente alle mie esigenze, avvio la macchina da una chiavetta USB e funziona bene ... La domanda era "è FreeNAS affidabile" e la mia risposta deve essere sì .

Il sistema utilizza un raid software e anche se il celeron è un single core a 64 bit, anche durante una ricostruzione del raid + guardando un episodio di HDTV attraverso la rete, non supera mai il 60% della CPU

Per farlo funzionare, ho scaricato l'intero iso, ho inserito una chiavetta USB da 1 GB nel mio laptop, ho usato il pass-through USB su Vmware Workstation e avviato da iso. Ho quindi usato l'opzione di installazione e ho scelto la chiavetta USB. (Puoi farlo sulla macchina reale e ho dato che comunque era la prima volta che lo usavo e non riuscivo a trovare un cd vuoto!)

Ho inserito la chiavetta USB nella macchina e mi sono avviata. Ha funzionato bene la prima volta!

I passaggi per renderlo effettivamente utilizzabile come nas sono stati i seguenti:

  1. Vai alla gestione del disco e aggiungi ciascuna delle 4 unità.
  2. Vai a formattare e formattare tutte le unità per il raid software
  3. Vai al raid software e aggiungi i dischi 1 e 2, 3 e 4 a un nuovo raid 1
  4. Vai a formattare e formattare entrambi i nuovi raid sul sistema operativo standard
  5. Montare entrambi i raid
  6. Imposta Samba e scegli entrambi i punti di mount come condivisioni
  7. Crea un paio di utenti

Quindi è stato accessibile su Windows da \\ ip e usando il nome utente e la password che ho scelto.

Guarderò di nuovo openfiler non appena il supporto AD mancherà un po ', tuttavia per un ambiente SOHO/senza domini, non si può sbagliare con freenas.

modifica - Via richiesta - Era troppo grande per adattarsi ai commenti

42
William Hilsum

L'affidabilità ha diversi componenti. Uno è quanto sia affidabile andare fino in fondo con l'hardware raccomandato nella configurazione tradizionale, impostarlo una volta, quindi NON toccarlo e guardare quanto sono affidabili. Darei FreeNAS piuttosto alto su questo.

Un altro è l'affidabilità che tiene conto di vari fattori di errore umano (configurazione non standard, sperimentazione, sequenza non standard di cambiamenti nella configurazione, ecc.). Darei FreeNAS molto basso su questo. È quindi facile spararsi in un piede e perdere i dati. Puoi leggere i forum per avere l'idea, ma se lo provi tu stesso, lo avrai anche :)

Come già accennato in precedenza, FreeNAS sembra essere davvero orientato verso i consumatori aziendali e ignorante degli utenti domestici e dei loro problemi. Parlando di costosi hardware di tipo server con più vdev decine di unità in ciascuno, server FreeNAS che lo gestisce e un ingegnere operativo che gestisce il server.

Se sei un utente domestico o un utente di piccole imprese disposto ad avere una semplice condivisione di file su array 3-9T, forse con tutte le funzionalità di ridondanza e checksum Nice ZFS, ma vuoi anche risparmiare denaro e sei abituato all'idea che un file server può funzionare su hardware economico, non provare nemmeno FreeNAS, non è conveniente, a meno che tu (a) non voglia trasformarlo in un serio progetto di hobby ed è divertente per te passare del tempo su questo, (b) sei pronto per investire molto più denaro nell'aggiornamento (o nella sostituzione completa) della configurazione mentre si capisce che l'hardware non funzionerà.

Sono uno di questi utenti, ho provato FreeNAS per 2,5 mesi. Ho trascorso tutte le vacanze di Natale e Capodanno al setup iniziale, oltre a un sacco di serate e weekend. È un po 'divertente, ma sembra davvero pericoloso. A causa di bug o di una configurazione non standard, ho già riscontrato la perdita di 1 unità in Raid-Z a 4 unità circa 5 volte e durante 2 di esse ho riscontrato errori di lettura irreversibili durante il ripristino. La maggior parte di ciò è accaduto quando stavo staccando e reimportando volumi o riapplicando la crittografia. Sono un po 'preoccupato che se la perdita di 1 unità è possibile a causa della gestione noob dell'installazione del server anche senza guasti reali del disco hardware, è necessario Raid-Z2 o Raid-Z3 solo per mitigarlo. Sono stato molto paranoico con lo snapshot continuo su un'unità esterna per i backup e mi ha salvato più volte. Anche se ho avuto un paio di errori di lettura irrecuperabili su disco esterno che ho dovuto affrontare, e suppongo che ciò sia dovuto al fatto che ho usato USB 3.0 che NON è raccomandato (leggi: non è supportato e ci sono possibili bug) . Ho anche avuto problemi con un'unità SSD che ho usato per errori di segnalazione L2ARC, che scompaiono dopo averlo rimosso e ricollegato, tuttavia era impossibile cancellarlo: ho dovuto disabilitare i controlli, cancellarlo con dd e riavviare in modo che Il sistema operativo aggiornava le sue conoscenze sui metadati del disco, solo allora mi permetteva di ripartizionare il disco e aggiungerlo nuovamente. Ci sono più cose di questo tipo che ho dovuto affrontare.

Gotcha comuni per i nuovi utenti:

  1. I forum di FreeNAS hanno un elenco di hardware consigliato ( https://forums.freenas.org/index.php?threads/hardware-recommendations-read-this-first.23069/ ). Dovresti essere il più vicino possibile a questo, o non otterrai nemmeno aiuto sui forum (la negligenza è punita).
  2. ECC RAM è un must. Pone delle restrizioni sul tipo di scheda madre e CPU che puoi usare.
  3. I componenti di livello server sono fortemente consigliati (incl. SAS, scheda NIC, unità). Le schede RAID non devono essere utilizzate in modalità RAID, assicurarsi di spegnerle, in alcuni casi richiede applicando firmware diverso.
  4. 8 GB RAM è un vero minimo (l'esecuzione su 4-6 GB è appena possibile, ma la possibilità di incorrere in problemi aumenta in modo significativo - non solo problemi perf :)). Man mano che abiliti più funzioni o il tuo set di dati aumenta, avrai bisogno di più. Guarda quanto può supportare la tua scheda madre. Sto usando 24 GB su 32 GB possibili e probabilmente avrei scelto una scheda madre diversa (per consentire una maggiore crescita) se avessi novità. Dedupe ha bisogno di 5 GB di RAM per 1 TB di spazio.
  5. Raid-Z (1) non dovrebbe essere usato affatto. Ci sono possibilità di un errore durante le ragioni del resilver, ma non credo che Raid-Z sia veramente supportato. Se hai 4 unità, scegli Raid-Z2. La metà dello spazio verrà utilizzata in parità, va bene.
  6. Non utilizzare i dischi USB. eSATA è un'opzione migliore se si desidera unità esterne, ma (a) assicurarsi di utilizzare una scheda SATA di livello server e assicurarsi di staccare il volume prima di scollegare il disco.
  7. Non pianificare la condivisione di FreeNAS box con altre funzionalità. Utilizzare una macchina dedicata. Non eseguire mai FreeNAS in una macchina virtuale, a meno che tu non sia un professionista esperto nella virtualizzazione di livello aziendale, sai cosa stai facendo o vuoi solo molto divertimento (e possibilmente zero supporto nei forum, le persone non ti aiuteranno se vedono che stai usando una macchina virtuale).
  8. Esegui sempre il backup dei dati, esegui sempre il backup della configurazione (dopo ogni modifica), esegui sempre il backup delle chiavi di crittografia incl. chiavi di ripristino (dopo ogni modifica). La ridondanza RAID non sostituisce i backup.
  9. Le autorizzazioni sono difficili, specialmente con i sistemi basati su Windows, sebbene Windows e CIFS siano supportati. Preparati a molto divertimento/manutenzione.
  10. Non aspettarti che i bug specifici dell'utente domestico vengano affrontati, vengono ignorati con un sorriso. Per esempio. una lamentela per le unità che non si arrestano a causa di un'attività del disco imprevista è divertente: le aziende gestiscono i loro server 24 ore su 24, 7 giorni su 7, quindi dovresti farlo anche tu. Quindi smette di essere un problema.
  11. ZFS è ottimizzato per molti (decine, centinaia) utenti che accedono ai file contemporaneamente. Non aspettarti ottimizzazioni per uno o due casi utente (famiglia, piccoli uffici). Per esempio. non c'è alcuna deframmentazione oltre a ricreare un set di dati, perché con centinaia di utenti non importa, ciò che conta è IOPS e memorizzazione nella cache. Anche la dimensione del record predefinita è 128 KB (rispetto al cluster predefinito in Windows 4K) ed è meglio non cambiarlo.
  12. Troverai molte persone sui forum in genere consigli contro ZIL e L2ARC per gli utenti domestici, tuttavia ho trovato sia ZIL che L2ARC molto efficaci. ZIL massimizza la velocità di scrittura per saturare davvero 1 GBit. L2ARC aumenta gli IOPS su letture ripetute di almeno dieci volte e consente un'esperienza molto fluida di accesso ai file da Windows, se si riavvia il server abbastanza raramente. Explorer esegue molte letture casuali/ripetute per generare anteprime/anteprime. Notevole miglioramento in casi d'uso come "guardare le foto direttamente dalla directory del server".
  13. Tratta gli "aggiornamenti" come "upgrade" con la necessaria babysitter, verifica, ecc. Dopo l'ultimo aggiornamento ho in qualche modo perso le mie impostazioni per gli snapshot automatici, quindi la replica sul disco di backup ha smesso di funzionare. Configura tutti i tipi di avvisi, non dare per scontato che le cose funzionino. FreeNAS può inviare e-mail.
7
morfizm

Sto eseguendo FreeNAS 7 in un paio di file server di Office. Uso rsync integrato per eseguire periodicamente il backup del primario su una macchina identica nel rack successivo. E ho degli script che eseguono backup remoti sulla destinazione rsync nella casella FreeNAS. È piuttosto solido anche per iSCSI, NFS e CIFS.

Sono andato con FreeNAS principalmente per il supporto hardware ... la versione OpenFiler che era disponibile non supportava il NIC o l'adattatore di archiviazione sui miei server, né supportava ZFS. Probabilmente presto verrà eseguito l'upgrade a FreeNAS 8 (aggiornamento del backup, consentendone la sincronizzazione, quindi impostandolo come master e aggiornando l'ex-master).

Ora vedo che si tratta di un filo antico, ma se sei ancora nella zona della baia di San Francisco, uno del team di FreeNAS 8 dimostrerà la nuovissima uscita a BayLISA questo giovedì (16/06/11) ... controlla fuori www.baylisa.org o www.meetup.com/baylisa per i dettagli (dichiarazione di non responsabilità: sono il segretario di BayLISA, quindi mi piace vedere un sacco di gente presentarsi).

5
Robert Novak

Non ho esperienza diretta diretta con FreeNas, ma suggerirei invece di provare OpenFiler. Come FreeNas, è basato su Free e Unix. OpenFiler è un prodotto più commercializzato con molte implementazioni di produzione commerciale.

Se stai per impegnare i dati che ti interessano per questo prodotto, ti preghiamo di considerare i seguenti punti:

  1. Come per tutti i software gratuiti, utilizza il prodotto più commercializzato, supportato e ancora gratuito. Pensa a OpenSuse, MySQL, OpenFiler e così via.
  2. Come per tutti i software gratuiti, fidati ma verifica!
  3. Come per tutti i NAS - RAID è un must.

Suggerisco anche di ospitare OpenFiler su ESXi e di condividere la macchina con altre macchine virtuali se il sistema è abbastanza potente e non verrà caricato pesantemente da altre macchine virtuali.

È inoltre possibile caricare OpenFiler correttamente su Hyper-V: è sufficiente impostare l'adattatore Ethernet come adattatore legacy.

Buona fortuna - se questo aiuta, per favore, mi dia dei crediti.

5
cmdematos.com

Per un po 'ho eseguito OpenFiler contro ESXi. Ho misurato gli IOPS che potevo produrre localmente (sulla macchina stessa, rispetto a un volume di raid) e in remoto da un server ESXi su un iniziatore iScsi software e i risultati erano entro il 95% delle prestazioni locali - e si ridimensionava su 4 unità in un matrice raid5.

YMMV - ma per me - ha fornito prestazioni pressoché locali su iSCSI, anche con più server collegati (* testato solo con 3 server).

4
SirStan

Ho scelto FreeNAS invece di OpenFiler a causa dei requisiti hardware. FreeNAS ha sostanzialmente bisogno di meno di tutto. Sono stato in grado di eseguire una configurazione RAID1 da 1,28 TB con solo 256 MB di RAM su una scheda 400MHz VIA con una scheda CF da 128 Mb. È solo un hardware davvero vecchio Avevo mentito in giro, finora ha funzionato abbastanza bene, non ci sono ancora vere lamentele.

4
sybreon

Ho usato le scatole FreeNAS per quasi un anno con un buon successo. In genere li utilizzo come dispositivi di backup nell'archiviazione locale, quindi le prestazioni non sono della massima importanza. I sistemi attuali che ho sono HPaq 2 GHz P4 con un singolo 1,5 TB. Come ricordo quando abbiamo fatto un benchmark circa 6 mesi fa, potremmo ottenere qualcosa come 40 MB sostenuti su una connessione GB usando NFS Ho usato anche iSCSI ma non a questo punto.

Di recente ho configurato un'unità connessa tramite NFS a 2 host VMware e finora il mio responsabile della gestione quotidiana non può vedere alcun problema di prestazioni.

Abbiamo sperimentato più hardware all'avanguardia utilizzando RAID e più unità. Avere un hardware più recente in esecuzione è stato difficile, quindi potremmo finire con Ubuntu per il suo eccellente supporto hardware e OpenFiler in cima.

4
Keith Stokes

FREENAS è sublime!

Uso FreeNAS 8 da circa sei mesi con pura gioia. Ancora non ho ancora finito di testare tutte le funzioni, ma finora tutto funziona perfettamente come descritto nei manuali.

Ogni singola funzione può essere configurata da mia nonna senza il mio aiuto. La GUI è fantastica e MOLTO GRANDE + è l'indipendenza delle piattaforme hardware.

Uso CIFS, NFS, ISCSI e FTP. Per iniziare, ho usato i video di istruzioni su YouTube, sono riuscito al primo tentativo e sono riuscito a ricreare l'installazione molte volte dopo per scopi di test e demo.

Consiglio FREENAS a tutti e lo faccio! La tecnologia dovrebbe essere GRATUITA per il mondo per renderlo un posto migliore (e non rendere i pochi più ricchi, rendendo così molti altri più poveri).

NOTA: Sento fortemente che il prodotto FREENAS dovrebbe rimanere una soluzione di archiviazione condivisa. Quindi, per favore, non combinare altre funzioni come ad esempio QNAP. È elegantemente la migliore soluzione di archiviazione che ho incontrato durante la ricerca per oltre 6 mesi.

I miei complimenti per i tuoi successi !!

4
Michael Beck

Ho provato a usare freenas su VMWare Fusion sul mio Mac Mini perché voglio continuare a usare ZFS e Apple ha lasciato cadere la palla su quello. Tuttavia, il disco che sto usando è un USB esterno da 1 TB disco e il kernel FreeNas non possono parlarci, il kernel dice che la porta USB è scaduta.Un piccolo disco USB flash ha funzionato bene.

Questo era sulla versione instabile di v7 (per zfs), ma non riesco a scuotere la sensazione che il kernel FreeBSD non sia a suo agio con vari tipi di hardware come Linux.

Ho provato un OpenSolaris VM e ha potuto vedere bene il disco. Sto pensando di usarlo poiché sapere che ZFS mantiene i miei dati controllati mi fa stare tranquillo.

UPDATE : Questo post mi ha fatto meravigliare, quindi ho aggirato il problema USB collegando il disco USB come disco non elaborato. Non riuscivo a farlo funzionare su VMWare Fusion, ma potevo farlo funzionare su Virtualbox 3.0.4.

Per farla breve: con FreeNAS 7RC1 sono stato in grado di montare zpool e stavo trasferendo i file sui miei sistemi Host su NFS a 7 MB/s. Ho quindi utilizzato la stessa configurazione del disco grezzo con OpenSolaris 11/08 e sono riuscito a ottenere solo 4 MB/s.

Non è un test molto professionale, lo so :) Il Solaris VM sembra fermarsi ogni tanto, non sono sicuro del perché.

Quindi, in conclusione: FreeNAS su VirtualBox VM supera OpenSolaris di quasi il 100% . Funziona anche per me sebbene fosse solo il test ...

3
w00t

In 2 occasioni ora ho installato una scatola di freenas con unità da 2 - 1 TB come un raid software, ho copiato tutti i miei dati nella condivisione e quindi la potenza in casa è uscita da una tempesta, più a lungo di quanto un UPS avrebbe gestito, e ogni volta, ho dovuto ricostruirlo da zero. Uccide il raid e non c'è niente che tu possa fare per recuperarlo ... per fortuna ho un software di recupero rStudio che sono stato in grado di usare per recuperare i miei dati. È tutto un processo che richiede molto tempo e davvero fastidioso che in pratica devi ricominciare da zero. Se usi FreeNAS, varrebbe la pena avere non solo il raid, ma anche un'unità esterna su cui copiare tutti i tuoi dati perché potresti perdere tutto usando FreeNAS. Sto cercando una soluzione alternativa per il mio file server.

2
TV10

Usa FreeNAS dalla chiavetta USB in modo da salvare un altro alloggiamento del disco e funziona perfettamente per anni. Di recente sono passato a 8 filiali (cancella l'installazione, quindi importa i volumi e la reinstallazione - mi ci sono voluti 2 ore), ancora un'interfaccia un po 'troppo bella, ma comunque la stessa robustezza.

Il flash USB è una buona scelta. Ecco i passaggi:

  1. Scarica il file .iso.
  2. Trova il file .xz nell'iso, estrailo (ho usato 7-Zip).
  3. Estrai il file .xz (aiutato di nuovo 7-Zip). Il file che hai ora è una versione integrata di FreeNAS.
  4. Inseriscilo su una chiavetta USB (almeno 2Gb). Usa Physdiskwrite per farlo, esegui physdiskwrite -u image-file e rispondi a quale disco devi scrivere le informazioni. È possibile controllare il disco da PhysGUI.exe (nello stesso archivio).
  5. Questo è tutto, avvia da quel flash USB.

Post scriptum Se qualcosa diventa disordinato (in Windows potrebbe essere così), potresti voler cancellare la chiavetta USB. Usa diskpart per questo:

  1. Aprire una finestra di comando come admin (cmd), digitare diskpart e premere Invio.
  2. Problema list disk comando. Scopri di quale disco hai bisogno.
  3. Ora fai select disk # (sostituisci # con il numero dell'unità).
  4. Digita clean e premi Invio.
2
Alexander

L'unico problema che ho riscontrato in passato è che a volte gli ACL complessi non si comportano come previsto, anche se mi sono imbattuto in questo personalmente circa due anni fa, quindi è molto probabile che questi bug siano stati corretti.

Se hai requisiti ACL complessi, ti consiglio di testare.

2
duffbeer703

Forse ok per laboratorio, tutt'altro che utilizzabile per la produzione

1) tanti bug ... e agli sviluppatori non importa davvero ... Per quanto ne so, la maggior parte degli sviluppatori di questo progetto sono impiegati di iXsystems e si concentrano sulla vendita del loro hardware ... Questo è il peggior progetto open source organizzato Ho visto. Gli sviluppatori continuano a chiudere i ticket lasciando bug non corretti. Il riavvio è una soluzione per alcuni bug, ma ehi, questo è un server di archiviazione ... Non puoi semplicemente riavviarlo in modo casuale .... Trascorrere 10 minuti su http://support.freenas.org/ allora probabilmente non vuoi perdere tempo con FreeNAS

2) FreeNAS è così insicuro. Se non riesci a inserirlo in una rete totalmente protetta (nota interna! = Sicuro), non usarlo ... Dubito che sia stato progettato anche pensando alla sicurezza.

3) Per CIFS, la gestione delle autorizzazioni è totalmente un casino ... Non riesco a trovare un modo semplice per consentire a ciascun utente di avere il proprio archivio privato e un archivio pubblico. E se lo usi con AD, di solito il file di configurazione non può essere generato correttamente ... Le funzionalità relative alle autorizzazioni AD sono così rotte nel riavvio dell'interfaccia web è la correzione .... E le prestazioni possono essere pessime (problema relativo alla memoria I suppongo, potrei colpire 950mbps + con iperf ma la scrittura CIFS può essere lenta quanto pochi mbps) ....

4) Per iSCSI, le prestazioni sono davvero ok ... Lo uso con ESXi e ricevo molti avvisi su I/O degradato (latenza oltre 1s ...). Con Intel PRO/1000 PT Dual Port mi aspettavo molto meglio ....

A causa di alcuni bug ereditati dalla versione precedente, devo modificare manualmente il file di configurazione su ssh per abilitare l'interfaccia Web ogni volta che riavvio la finestra. Immagino che sia una buona misura di sicurezza ...

In breve, se si dispone di $, ottenere EMC/NetApp Se tutto ciò che serve è RAID, procurarsi una scheda RAID hardware e risparmiare tempo per qualcosa che conta. In caso contrario, usa FreeBSD/Solaris per creare un server di archiviazione. Quindi puoi avere un quadro migliore di ciò che potrebbe funzionare.

L'IMO che utilizza FreeNAS per la produzione è un buon modo per perdere clienti/licenziarsi ....

1
sdaffa23fdsf

Preferirei scegliere openfiler . È ancora più completo di FreeNAS e ha una traccia di affidabilità eccellente.

1
wazoox

Gestisco un'impostazione simile a quella di un sybreon da oltre un anno in ufficio senza problemi. L'unico fastidio che ho avuto riguarda la gestione degli utenti di Samba (anche se non ho provato nuove versioni).

1
David